Palcoscenico in campania.it Saetta Rapuano 4et “The Dragon and the Carousel” 22 marzo teatro De Simone ore 19:00

BENEVENTO – “The Dragon and the Carousel” di Saetta e Rapuano: il 22 marzo al De Simone, la presentazione del CD
di Candida Principe

L’intervista a Vincenzo Saetta e Antonello Rapuano nello speciale Elle TV
In un mondo dove diviene sempre più difficile comunicare, un linguaggio che riesce ad accumunare uomini, donne e bambini di diverse razze, colore e cultura, e’ sicuramente la musica, che travolgendo in un vortice, porta in viaggio attraverso il tempo e lo spazio, fa sognare, vibrare le corde più intime dell’animo, liberandolo da dolori, sofferenze, preoccupazioni, facendo riemergere, molto spesso, quel fanciullino, di pascoliana memoria, che prova di continuo a far sentire la sua voce, suggerendo emozioni e sensazioni. Un sussuro per lo più inascoltato dall’adulto? L’artista è, invece, colui che è capace di ridare voce a quel fanciullo.
E’ da questa esigenza che parte l’idea del lavoro discografico di due musicisti sanniti, Vincenzo Saetta ed Antonello Rapuano, che con il loro cd dal titolo ‘The Dragon and the Carousel’, hanno coniugato misticismo e desiderio di tenere vivo quel fanciullo; la musica, dunque, come ricerca artistica e divertimento. 7 brani che raccontano, attraverso le note, sentimenti in continuo contrasto. Un cd fatto con il cuore e con la gioia di donare al pubblico una moderna composizione jazz, attraverso le esperienze musicali dei due artisti, un linguaggio più americano per Saetta, più europeo per Rapuano. Il lavoro, per il quale è stato realizzato anche un video e che è prodotto dalla Ubik Records, verrà presentato, con il patrocinio dell’assessorato alla cultura del comune di Benevento, il prossimo 22 marzo, alle 19.00, presso il teatro De Simone, con ingresso gratuito. Sul palco, oltre a Saetta e Rapuano, al basso alto e al pianoforte, Marco DI Tilla, al contrabbasso, e Gino Del Prete, alla batteria. Nel foyer del teatro sarà anche allestita una mostra di pittura di Vincenzo Pedicino, che ha realizzato la copertina del disco. Una bella sinergia tra due sensibilità artistiche capaci di esprimere non l’esterno, ma l’essenza delle cose e l’interiorità.

Fonte http://palcoscenicocampania.blogspot.it

Posted on 9 marzo 2014 in News

Back to Top